Ciao mondo!!

La mia idea di aprire un blog non deriva dalla necessità di trasmettere qualcosa agli altri, bensì dalla necessità di lasciare qualcosa di mio e venire a riprendermelo ogni qual volta mi possa aiutare a riflettere, la condizione di renderlo pubblico è dettata da un secondo fine in vista di un eventuale confronto.
Non faccio particolari presentazioni, non saprei neanche definire chi sono ed etichettarmi eccessivamente resta comunque limitante e riduttivo, ognuno di noi ha lo spessore di un universo che non è possibile riassumere neanche in parte. Certo è utile sapere che nuoto da ormai svariati anni (ormai 15, se sto tenendo il conto) ma solo a chi deve scegliere se dare l’ultimo salvagente a me piuttosto che a qualcun altro. Paradossalmente il titolo del mio blog mi dovrebbe includere in una macrocategoria e va bene così, qualcosa da dare in pasto ai curiosi c’è e con questa etichetta non mi sento vincolata dall’assumere per forza un ruolo rigido. La vera parola chiave è “Diario”: considero questo spazio come una “proprietà” in affitto su WordPress, per questo motivo mi sento libera di affrontare discorsi disparati senza attenermi ad una sola rubrica. Per facilitare le cose usufruisco di un geniale sistema messo gentilmente a disposizione dal sito chiamato “Menù” che mi permetterà di rendere più ordinati i miei post, nel limite consentitomi in precedenza dal mio ordine mentale.